2799
Ago 25, 2018

LIFEdata Blockchain @ Basel Life 2018

Solution

Omar Fogliadini, CEO di LIFEdata, sarà parte del dibattito “Genomics, blockchain smart contracts and the healthcare data sharing economy” a Basel Life 2018 il 14 Settembre a Basilea.

Blockchain in pratica: quali sono le vere applicazioni in ambito Health

La tecnologia Blockchain può fare cose importanti. Può tracciare in un registro digitale immutabile transazioni, anche complesse, e può essere utilizzato per garantire l’integrità dei dati in maniera decentralizzata e a basso costo.
Nonostante il clamore, però è ancora una tecnologia immatura, con un mercato che sta ancora cercando una ricetta chiara per il successo. Come possono le aziende determinare se esiste un valore strategico della blockchain che giustifica investimenti importanti?
Vantaggi della Blockchain: i principali vantaggi della Blockchain sono la decentralizzazione, la sicurezza crittografica, la trasparenza e l’immutabilità. Consente la verifica delle informazioni e il valore da scambiare senza dover ricorrere a un’autorità di terzi. All’interfaccia tra il mondo offline e la sua rappresentazione digitale, l’utilità della tecnologia dipende ancora in modo critico dagli intermediari fidati per colmare efficacemente l’ultimo miglio tra un record digitale e un individuo fisico, un business, un dispositivo o un evento.
Pensa al problema del monitoraggio dei bambini all’interno di un reparto ospedaliero. Le conseguenze di un neonato che viene scambiato per un altro possono essere drammatiche. Pertanto, la memorizzazione di record che contengono la posizione attuale di un bambino in un modo che rende questi punti di dati immutabili e verificabili sembra un grande uso della tecnologia blockchain.
Ma c’è un grosso problema nell’usare la blockchain per risolvere questa necessità. Le registrazioni digitali possono essere immutabili e verificabili, ma come fa qualcuno a sapere quale record digitale è collegato a quale neonato? Per collegare una voce sulla blockchain a un bambino reale e reale, dobbiamo dare al neonato un identificatore fisico attraverso un tag fisico, o in un mondo più futuristico, un piccolo chip che collega il bambino al suo record digitale. La tecnologia deve quindi fare affidamento sugli esseri umani per implementare correttamente e onestamente l’incontro tra neonato e record digitale. E se gli umani sbagliano o manipolano i dati quando vengono inseriti, in un sistema in cui si ritiene che i documenti siano ex-post come aventi integrità, ciò può avere gravi conseguenze negative.

Ogni due anni il database del mondo raddoppia e ogni tre anni anche le informazioni sulla salute raddoppiano. Entro il 2020, i dati sanitari globali raddoppieranno ogni tre giorni. Questo è il campo in cui la tecnologia blockchain che raccoglie e archivia automaticamente i dati da diverse fonti (EHR, sperimentazione clinica, genoma …) – in modo sicuro e decentralizzato – e che consente l’accesso in base a termini specifici (contratti intelligenti) farà la differenza.

Ci vediamo a Basilea #blockchain #blockchainhealth